E-Mail: info@altaquotayoga.it

viaggi_in_indiaAbbiamo realizzato in passato diversi viaggi in oriente alcuni dei quali, per la

 semplice curiosità di vedere territori morfologicamente differenti dall’ habitat in cui siamo nati e cresciuti, costituiti da una flora e fauna e clima inusuali per le nostre abitudini, con tradizioni culturali radicate che si sono rivelate in molti casi sorprendenti: architettura, comunicazione, artigianato e manifattura, stili musicali ed artistici ecc. Altri tour invece sono stati intrapresi con uno spirito ed un intento 

altaq indiaraga

molto più selettivo e  mirato a cogliere, particolarmente da un paese come l’ India, 

la radice più mistica e profonda, la sua matrice più occulta e la sua anima più sincera. Per ottenere ciò, cosa non facile, è stato necessario avventurarsi in una ricerca che dal tessuto sociale, protendesse  all’ ambito mistico e spirituale, approfittando di una cultura come questa in cui i due elementi sono molto connessi tra loro e si intrecciano abitualmente nel quotidiano. Qui infatti, abbiamo trovato i saggi, i mistici, i guru che ci hanno rivelato l’ aspetto magico della filosofia d’ oriente, aiutandoci a conoscere ed intraprendere un percorso interiore, che paradossalmente, oltre che a renderci comprensibile la loro civiltà, ha reso possibile un’ analisi più approfondita del nostro mondo interiore, aiutandoci a percepire con maggiore intensità le radici della tradizione religiosa legata ai nostri luoghi di origine.  l’India è il paese che più di ogni altro, possiede la tradizione filosofica e culturale della ricerca interiore,  

altaqindia

purtroppo però, anche questa nazione non è indenne dagli effetti della globalizzazione sviluppatasi negli ultimi decenni; infatti per l’ enorme numero di classi disagiate di questo tessuto sociale, il miraggio di una fiorente realtà economica, tende a trascinare questo popolo verso una deriva di materialismo, di emulazione dei modelli occidentali, con la dissacrazione delle proprie tradizioni, appiattendo inesorabilmente l’ espressione mistica originaria, agli schemi di un individualismo esasperato con l’illusione di un benessere consumistico che travolge ogni cosa sul suo cammino.Una volta svelati i meccanismi egocentrici di questa realtà con cui quasi tutti gli esseri si trovano a dover fare i conti, ci si accorge che esiste una dimensione trascendente che è al di sopra delle varie etnie, culture, filosofie e religioni; una regione celestiale di cui hanno reso testimonianza molti profeti, santi, maestri spirituali di ogni tempo e cultura.

Fortunatamente, esistono ancora luoghi poco accessibili, ai piedi della catena himalayana, rifugio di saggi e di “rinuncianti” e monaci, dove si riesce ancora a vivere secondo gli antichi precetti della tradizione Indù. Sono rimaste ancora scuole di yoga e ashram, che promuovono come scienza di vita, la ricerca interiore e l’autorealizzazione. Nei nostri viaggi abbiamo conosciuto queste realtà, ed abbiamo la possibilità di riproporle a dei piccoli gruppi, con il supporto del Bramino Swami Binodananda, esperto di astrologia, terapia attraverso l’uso degli Yantra, e dei cristalli, conoscitore dei Veda, e mistico, il quale oltre che la preziosa ospitalità nell’ashram di Varanasi o di Manali, sa guidarci non solo per le strade dell’ India, ma anche attraverso i percorsi interiori dell’anima.