E-Mail: info@altaquotayoga.it

Il gruppo Gandharva Bhakti offre una musica live che cerca di riflettere l’ antica tradizione dell’ India nelle sue forme classiche di suoni e melodie. L’ arte sonora di questa antica tradizione affida l’ ascoltatore ad una serie di evocazioni ed emozioni di sapore trascendente che inevitabilmente lo portano ad un contatto con la sua intima natura spirituale.Questa musica si dischiude all’aspetto devozionale della tradizione sacra e riversa nelle melodie nelle note e nei canti.quanto di più mistico è nell’ anima della sua cultura. Per questo motivo utilizzeremo gli strumenti che caratterizzano da molti anni questo lignaggio, promuovendo i canti devozionali popolari come i bhajan , quelli più meditativi ed intimistici come i Kirtan. Quest’ ultimi sono finalizzati a veicolare con il canto le formule evocative dei Mantras contenute nei sacri testi degli antichi Veda e che con la loro potente frequenza energetica risulta essere una vera e propria pratica spirituale. Daremo spazio anche al filone dei Ragas dove è la sola musica a concedersi quale strumento emozionale ed evocativo, ed essa ha il compito di prendere per mano l’ ascoltatire e portarlo nel regno emotivo, nello stato dimensionale per cui il raga,con la sua scala melodica è nato.

yaman raga

Yukari: voce,tampura,mridangam, bansuri

Narayan Das: voce,harmunium, dilrubha

Michele: tabla, percussioni

Yukari Iwasaki  possiede un percorso formativo sia di Hata yoga e pilates che insegna da anni in varie palestre, sia come musicista che la vede impegnata particolarmente nel canto lirico. Ha grande dimestichezza anche con la tastiera del pianoforte ed in questi anni si è affinata nello studio del ritmo delle percussioni come i tamburi indiani mridanga e dolak e nell’ utilizzo del flauto indiano bansuri.

Narayan Das – da molti anni è impegnato nella disciplina dello yoga, nell’ aspetto filosofico ed introspettivo. Ha studiato in maniera approfondita alcuni testi sacri sotto la guida del monaco P. Anthoni, ed ha appreso la pratica del Mantra yoga dall’ esperienza trasmessa da Swami Binodananda. E’ approdato alla musica indiana partecipando ai seminari del maestro di nadayoga Krishna Das ed attraverso il veicolo delle frequenze sonore cerca di portare agli ascoltatori ed allievi, una esperienza di profonda connessione con il vero Sè e facendo emergere quell’ aspetto devozionale definito in India come “bhakti”, presente nel profondo di ogni essere e che può essere considerato insieme alla compassione, uno degli aspetti o sfaccettature dell’ Amore trascendente.

Michele Vembhaker – Certamente può considerarsi un musicista professionista nel campo delle percussioni, dove non solo le tabla sono state oggetto di un attento studio e pratica ,ma anche tutta la ritmica latino americana.