E-Mail: info@altaquotayoga.it

CHI è Sai Baba?

Testimonianza dei Maestri Moderni

di Ram Das Awle

046

11114751_1442831452684442_120189022982002865_n

saibaba10

Uno dei più grandi Santi di questo secolo fu una donna chiamata Anandamoyi Ma. (Il nome si traduce come ‘Madre permeata di Gioia’. C’è una sua foto, in piedi vicino a Paramahansa Yogananda, in Autobiografia di uno Yogi.) Era così pura e piena di Dio che fu largamente riconosciuta come una Incarnazione Divina lei stessa: in lei sembrava non esserci altro che Dio, e le sue parole erano la Verità stessa. Secondo uno dei devoti Occidentali a lei più vicini, per anni le fu chiesto, “Chi è questo Sai Baba di cui continuamente sentiamo parlare?” Ma per molti anni lei non diede una risposta. Nell’ultimo anno della sua vita, tuttavia, la domanda emerse nuovamente, e questa volta lei diede la seguente risposta: ” Questo corpo non parlerà di questo argomento che una sola volta; non chiedetelo di nuovo. Sathya Sai Baba è la più potente incarnazione di Dio che sia mai venuta sulla Terra. E non ci sarà un altro al Suo livello per altri sessanta secoli.”

 

Questa testimonianza sorprendente mi fu recentemente rafforzata quando andai in uno degli ashrams di Anandamoyi Ma nell’Himalaya. Quando condivisi la citazione precedente con uno Swami dell’ashram , egli disse che Anandamoyi Ma aveva poi aggiunto, ” Non c’è da meravigliarsi che sentiate sempre parlare di Sai Baba. Egli è l’Avatar di questo Yuga!” (Avatar significa Incarnazione di Dio; uno Yuga è un’era che dura migliaia di anni.)

Altri santi hanno dato testimonianze simili. Poco prima che lasciasse il suo corpo fisico, Paramahansa Yogananda fu avvicinato da uno dei suoi intimi discepoli Americani, una donna. “Maestro”, ella disse, “So che avete intenzione di lasciare il corpo. Dovete prendermi con voi. Siete il mio Dio”!

“Sciocchezza”, rispose Yogananda. “Dio è Dio; Io sono il tuo Guru”.

“Ma Maestro, se ve ne andate senza di me, io mi suiciderò”!

“Basta con queste idiozie! Dio stesso è ora incarnato sulla Terra, nel Sud dell’India. Il Suo nome è Sai Baba. Quando io me ne vado, tu andrai a vivere con Lui.” (La Sua predizione si rivelò corretta; dopo la morte di Yogananda, questa devota passò il resto della sua vita nell’ashram di Sai Baba.)

092

 

A Mata Amritanandamayi (conosciuta anche come Ammachi), Lei stessa considerata essere una Incarnazione della Divina Madre, fu chiesto una volta, “Chi è Sai Baba?” Lei rispose, ” Avatar. Perfetto dalla nascita”.

Il giorno successivo alla nascita di Sai Baba (23 Novembre 1926), Sri Aurobindo, un altro grande Santo di questo secolo, interruppe un lungo periodo di silenzio per annunciare, “Il ventiquattro Novembre 1926, fu la discesa di Krishna nel mondo fisico. Un potere infallibile dirigerà il pensiero, ravviverà nei cuori terreni un Fuoco Immortale, anche la moltitudine sentirà la voce!” Sembra ovvio a questo punto che il suo annuncio della reincarnazione di Krishna fosse riferito alla nascita di Sathya Sai Baba.

Madre Krishnabai, discepola Realizzata di Swami Ramdas (il grande Santo del Kerala), disse ai suoi devoti, “Sai Baba è un Avatar, una piena Incarnazione di Krishna. Egli è Brahma, Vishnu e Shiva insieme in un’unica forma!” E raccomandò loro di trascorrere quanto più tempo possibile in Sua presenza.

075

Swami Satchidananda, il saggio Illuminato che attualmente si occupa dell’Anandashram in Kerala, fu recentemente interrogato riguardo le accuse contro Sai Baba. Egli rispose: “Dimenticale. Egli è Dio!”

Karunamayi (conosciuta anche come Vijayeshwari Devi, considerata da molti essere una incarnazione vivente della Dea Sarasvati) disse recentemente ad uno dei suoi devoti vicini, “Sai Baba e Amma [riferendosi a se stessa] si prendono entrambi cura di te.” Apparentemente, anche lei sa chi è Sai Baba!

Yogi Ramsuratkumar affermò chiaramente in numerose occasioni che Sai Baba è una incarnazione di Dio. Spesso egli ha chiesto a visitatori che venivano dall’ashram di Baba,” Avete lasciato Dio per vedere questo mendicante?” (Naturalmente, questo “mendicante “era lui stesso unito nella Coscienza che tutto pervade; la bellezza della sua elevazione era grande come la sua umiltà.)

Shiva Balayogi, un altro dei grandi Guru dell’ultimo secolo, fu una volta interrogato riguardo a Sai Baba. Egli rispose,” Sathya Sai Baba è un Avatar.”

Il Maestro El Moya e il Maestro Kuthumi, due dei grandi Maestri Ascesi responsabili della fondazione del Movimento Teosofico, hanno anch’essi dichiarato che Sai Baba è un Avatar. Secondo l’autore Howard Murphet, nel libro ‘The Light Will Set You Free’ (La Luce vi Renderà Liberi) questi Maestri hanno affermato, “L’Avatar Sai Baba sta portando la Consapevolezza Divina nel mondo odierno.”

Maitreya, il misterioso Maestro che sta apparendo miracolosamente davanti a persone in vari luoghi del mondo negli ultimi due decenni, ha detto (attraverso il suo portavoce, Benjamin Creme) che Egli (Maitreya) è l’Avatar planetario, mentre Sai Baba è l’Avatar Universale.

Le testimonianze di Gopalakrishna Baba, Devi Amma, “Little Heart” e Vasantha Sai appaiono più avanti nel sito

La dettagliata descrizione che Maometto dà di questo “Grande Istruttore” e “Maestro del Mondo” corrisponde perfettamente a Sathya Sai Baba: “La Sua capigliatura sarà abbondante. I denti centrali saranno allontanati. Avrà un neo sulla guancia sinistra. Non avrà la barba, ma sarà perfettamente rasato. I Suoi abiti saranno color della fiamma.” (Sai Baba veste di colore arancio.) “Il Suo

oc10^002

corpo sarà minuto.” (Sai Baba è alto soltanto un metro e sessanta.)”Le sue gambe e i suoi piedi saranno come quelli di una ragazza.” (I piedi di Baba sono più piccoli del normale.) “Farà dono di piccoli oggetti ai suoi devoti.” (Il più delle volte Baba dona anelli, collane e orologi.) “Camminerà fra i suoi devoti e li benedirà toccando le loro teste con la mano. Molti fra i suoi devoti avranno un punto nella loro fronte. Si riuniranno sotto un grande albero.” (Per molti anni nel Suo ashram di Whitefield, Baba diede il darshan sotto un grande albero.) “Affinché non siate ingannati, dovete sapere che il Maestro del Mondo manifesterà oggetti dal Suo corpo, attraverso la bocca.” (Per molti anni – compresi gli ultimi tre – nel giorno sacro di Maha Shivaratri, Sai Baba ha manifestato dalla Sua bocca uno ‘Shiva Lingam’, una pietra sacra dalla forma di uovo che si era formata nel Suo corpo.) “Tutti gli insegnamenti di tutte le religioni del mondo saranno nel suo cuore fin dalla nascita. Tutta la scienza e la conoscenza del mondo fin dall’inizio dei tempi saranno nel Suo cuore.” (In interviste con scienziati e professori durante il corso degli anni, Baba ha ampiamente dimostrato una completa padronanza di ogni campo della conoscenza.) “Tutte le cose che voi chiederete a Dio, Egli (il Maestro del Mondo) ve le darà. Tutti i tesori del mondo saranno ai Suoi piedi. Ogni occhio che lo vedrà sarà felice, non solo gli uomini, ma anche le anime disincarnate. Vivrà fino a 95 anni.” (Sai Baba ha detto che la Sua attuale incarnazione durerà 95 anni; ciò significa che lascerà il presente corpo attorno al 2020 d.C.) “Negli ultimi venti anni della Sua vita Egli sarà il ‘Re del mondo intero’, ma a quel tempo solo due terzi dell’umanità crederà in Lui.” (Sai Baba ha letteralmente milioni di devoti nel mondo. Più di tre milioni di persone hanno partecipato alle celebrazioni del Suo 70esimo compleanno.)

 

saibaba06

 

Ho incontrato recentemente un uomo Iraniano che mi ha detto di avere studiato L’Oceano di Luce approfonditamente, nel testo originale, e mi ha assicurato che le citazioni precedenti fanno veramente parte della profezia (insieme ad altri punti che indicano direttamente Sai Baba). Dopo anni di studio, egli è personalmente certo che la profezia si riferisce unicamente a Sathya Sai Baba.

 

I Ciondoli che Producono Amrita

In un orfanotrofio nel Sud dell’India, si produce un miracolo permanente che riguarda due ciondoli di porcellana, grandi come un’unghia, uno con un’immagine di Sathya Sai Baba, l’altro con quella di Shirdi Sai Baba. Dati al direttore dell’orfanotrofio da Sai Baba più di vent’anni fa, essi hanno generato miracolosamente dell’amrita (un nettare che assomiglia a miele col profumo di gelsomino) senza interruzione fino ad oggi. Decisi di visitare il luogo, e vedere personalmente il famoso miracolo. Il direttore dell’orfanotrofio raccolse con un cucchiaio uno degli amuleti da un contenitore e lo depose nel palmo della mia mano destra. Non era altro che un sottile pezzo di porcellana con il viso di Baba dipinto – non c’era posto per un qualsiasi meccanismo nascosto. Osservai come un falco come alcune gocce di amrita scorrevano dall’amuleto nel mio palmo – ma ciò non significa nulla, perché era appena stato tolto da un contenitore pieno di amrita. Ma ancora l’amrita continuò a scendere dall’oggetto finché la mia mano si riempì, e col cucchiaio, il direttore raccolse l’amrita da questa mano e la travasò nel mio palmo sinistro. Mentre l’amrita continuò a gocciolare per parecchi minuti, egli ripeté il procedimento quattro volte, fino a che finalmente la mia mano sinistra traboccava di amrita – e nella mia mano destra il nettare continuava a gocciolare! Anche lo scettico più testardo, osservando ciò che io vidi quel giorno, avrebbe dovuto ammettere che era un miracolo. (Assaggiai il nettare e, senza dubbio, non è di questo mondo!)

 

Le profezie di Maometto

Circa 1400 anni fa Maometto si propose al mondo come profeta, o inviato del Signore. Il profeta dell’Islam aveva attinto la Sua cultura e la Sua preparazione dal sistema filosofico indiano, come avevano fatto a suo tempo Buddha, Apollonio e Gesu’.

Ne l’ “Oceano della Luce”, al volume XIII, il Profeta consegna al mondo trecento segni che permetteranno al ricercatore spirituale di individuare la nuova incarnazione di Dio.

11119003_472009846287539_7170414857616074894_nL’opera, scritta circa sette secoli dopo la morte di Maometto, aveva lo scopo di raccogliere tutto ció che aveva dichiarato il profeta in vita, affinché non andassero perdute le Sue parole. L'”Oceano della Luce” é costituito di 25 volumi. Il tredicesimo, che porta il titolo di “El Mahadi Maoud”, che significa ” L’atteso Condottiero”, si riferisce all’apparizione del Grande Maestro del Mondo alla fine di questo nostro millennio.

L’opera, scritta in arabo, é reperibile, non senza difficoltá, in Persia. Alcuni brani vengono riportati da Lowenberg nel libro “The heart of Sai ” (Sathya Sai pub, Prashanti Nilayam, Puttaparti, India).

Il volume XIII parla esclusivamente del Condottiero Spirituale che dovrá sovvertire l’ordine delle cose, risvegliare la spiritualitá e l’amore nell’uomo. La Sua comparsa avverrá, riferisce l’ Opera, nel momento in cui l’umanitá avrá toccato il fondo.

Cosí scorre il racconto:

Alcuni discepoli musulmani domandarono al profeta: “Sei tu El Mahadi Maoud, il Grande Maestro?”

Rispose Maometto:

“Nessun profeta e nessun messia potrá mai avere i poteri con i quali discenderá il Maestro del Mondo. Nessun profeta sará grande quanto il Maestro, in quanto il potere che possiede il Messaggero non é sufficiente per risolvere i guai di una nazione, o salvargli la vita. Per quanto riguarda il Maestro del Mondo, tuttavia, nessun potere del mondo riuscirá a conquistarLo, nessuna potenza potrá ucciderLo”

I discepoli domandarono ancora:

“Come potremo riconoscere il Signore dei Signori?”

“Voi” disse allora Maometto “non potrete riconoscerLo perché quando il Maestro verrá voi sarete cosí spinosi che non avrete la possibilità di trovarLo. I cristiani e i popoli di altre religioni avranno invece questa possibilitá. Lo troveranno e Lo adoreranno, ma i musulmani non potranno farlo. Vi forniró, comunque, i segni che consentiranno di riconoscerLo e di distinguerLo dai falsi profeti che in quell’epoca discenderanno numerosi”

I segni che fornisce Maometto sono così precisi che é possibile persino tracciare un identikit del Condottiero. Ascoltiamo il Profeta nella sua descrizione.

” La sua chioma sará come una corona, la fronte sará larga, la radice del naso ampia, i denti centrali saranno separati. Il Suo viso sará sempre ben rasato. Il Maestro del Mondo non porterá mai la barba. Avrá un neo sulla guancia e indosserá due abiti color della fiamma. Il Suo corpo sará minuto, ma lo stomaco ampio nell’età matura. Le gambe saranno come quelle di un adolescente. Egli porterà con sé la sapienza e la conoscenza di tutte le religioni del mondo. Tutte le scienze e la cultura del mondo alloggeranno nella sai baba1interSua mente fin dalla nascita. Qualunque cosa chiederete Egli ve la donerá. Tutti i tesori del mondo saranno sotto i Suoi piedi. A tutti fará piccoli doni e materializzerá oggetti anche dalla bocca. Benedirá i devoti toccandoli con la mano. Coloro che lo vedranno saranno felici e le stesse anime disincarnate godranno della Sua visione. I devoti allungheranno il collo per vederLo. Il Maestro vivrá sino a 95-96 anni. Negli ultimi venti anni della Sua vita Egli verrá riconosciuto come il Re dei Re, anche se per quel periodo soltanto due terzi dell’umanità crederá in Lui. I musulmani lo riconosceranno soltanto nove anni prima che Egli lasci il Suo corpo. Voi avreste potuto stringerGli la mano, ma avrete perduto questa grande occasione. Il Maestro vivrá in collina e i Suoi devoti si riuniranno sotto un grande albero. A quei tempi voi spenderete molto denaro per abbellire le vostre moschee, ma nessuno di voi andrá lá a pregare. Pubblicherete bellissimi libri del Corano, ma nessuno di voi comprenderá ció che vi sta scritto. I veri insegnamenti di Mosé sono nascosti in una grotta dell’Antiochia, ma il Re del mondo, l’incarnazione di Dio, sará l’unico che fornirá all’umanità un insegnamento di verità”.