E-Mail: info@altaquotayoga.it

gautam_buddha_in_meditation

jesus_yoga_by_vishnu108-d4ka15w

lord-krishna

BAKTIYOGA

yoga della devozione. Si pratica l’ Amore disinteressato per ogni forma del creato, con la consapevolezza che ogni cosa è pervasa dalla Luce divina, e a questo aspetto si dedicano preghiere, canti e ripetizioni di Mantra con amore e devozione.

KARMAYOGA
Yoga che si realizza nell’ ambito delle attività della vita quotidiana, eseguite al meglio delle proprie capacità, attraverso la giusta azione, realizzata con nobili sentimenti e senza attaccamento al risultato, con pensiero elevato e rivolto alle entità spirituali.

 RAJAYOGA

Utilizza l’ assoluto controllo e padronanza della mente; in questo modo,  filtrando la qualità dei pensieri e desideri, si riesce ad avere un altissimo grado di concentrazione e distacco dai sensi, che porta conseguentemente alla meditazione e samadhi.

JIANAYOGA

Si realizza attraverso la conoscenza. Con la piena consapevolezza del proprio Sè come collegamento con l’ Assoluto, si approfondiscono le scritture Sacre non dal punto di vista intellettuale, ma attraverso la meditazione profonda ed una volta assimilate, si cerca di viverle nel quotidiano mettendone in pratica i principi e valori.10454337_1590586521199998_1037098987174757131_n

KUNDALINIYOGA

Yoga che si realizza attraverso il risveglio dell’ energia Kundalini acciambellata alla base della colonna vertebrale di ciascun individuo. Attraverso pratiche specifiche, ed il controllo degli stimoli sessuali, si cerca di far risalire attraverso il canale susumna, questa energia che nel suo percorso , andrà a riattivare i chakras con cui si troverà a contatto nel percorso di risalita . Mi sento di dire che è una via consigliata solo a chi vive in un ashram, sotto la guida ed il controllo di un maestro perfezionato, altrimenti tale pratica può portare l’ individuo ad incorrere in gravissimi rischi.

 MANTRAYOGA 

Yoga che utilizza le formule sonore vocali, come vibrazione controllata e canalizzata. La parola Mantra significa liberare la mente dai condizionamenti prodotti oltre che dalla società e cultura in cui si vive,  principalmente dall’ illusione cosmica, che fa credere agli individi di non possedere una natura Divina e spirituale. 

 KRIYAYOGA

bhuddagautama altquotyogaCon questo termine si individuano una serie di tecniche nell’ ambito dell’ Hatayoga e pranayama, che realizzano un’ azione di purificazione nei canali di scorrimento energetico e negli apparati sottili che alimentano e sostengono il corpo fisico.

 TANTRAYOGA

Consiste nell’ utilizzo della sessualità, controllata e usata come mezzo propulsivo per accedere ai livelli superiori e spirituali. Vi sono esercizi che propongono a coppie delle figure geometriche o posizioni, che si assumono con il corpo come nell’ hatayoga, rispettando rituali e pratiche specifiche, con l’ assoluto dominio della mente e dei sensi. Non è una via consigliata, in generale  ma sopratutto in occidente, perchè non vi è una reale tradizione di Maestri capaci di portare i propri discepoli alla purezza e spiritualità attraverso il mezzo dell’ energia sessuale. Particolarmente in occidente non esistono veri maestri di questa disciplina.

 NADAYOGA

11205554_102606743408599_595301681550051291_n

E’ lo yoga del suono. Attraverso strumenti specifici quali sitar, tampura, sarangi si provacono delle sequenze di note che colpiscono e riattivano i centri interiori dell’ individuo. Sappiamo che il suono, insieme alla luce, al calore, ecc. è uno dei componenti dell’ energia, e come tale agisce. Una raffinata conoscenza ed uso di scale melodiche particolari, insieme al canto devozionale di mantras, costituiscono parte del lavoro per chi opera con queste tecniche.

HATAYOGA

Molto praticato in occidente, sfrutta posizioni e posture realizzate con il corpo che con l’ esercizio ed il controllo del respiro, tende a far diventare statiche per qualche minuto; questo oltre che per rendere la muscolatura elastica e flessuosa, creare movimento e massaggio agli organi interni, anche per favorire l’ eventuale rimozione di blocchi energetici negli apparati più sottili del corpo eterico.